Jessica Setti scrive di CONTE

Jessica Setti

Il lavoro artistico di Conte ha inizio durante notti solitarie e silenziose, vissute nella tranquillità di un garage, luogo in cui i pensieri vengono tramutati in opere.

La voglia di esprimersi diventa ben presto una necessità, un bisogno di creare qualcosa, seguendo il mondo presente nella sua coscienza.

Le sue tele raccontano una storia di vita vissuta, a volte sofferta ma non per questo pessimista. Conte è considerato un interprete vero del nostro tempo in quanto i suoi non sono solo quadri, sono contenitori istologici del pensiero.

Nelle sue tele si può notare la continuità della ricerca del reale attraverso un pensiero silenzioso.

E' un artista libero che non segue dogmi tradizionali, si fa guidare dalle sue emozioni. La sua originale capacità comunicativa si struttura attraverso una pittura particolare, caratterizzata da giochi di linee, spazi, spessori e contrasti di colori.

Nelle opere si può osservare come Conte applichi oggetti direttamente sulla tela, come fili di ferro e carta. Spesso gli oggetti sporgono dal dipinto trasformandolo in un'opera che non si limita ai confini della cornice.

Il suo lavoro esprime le emozioni più intense, come un urlo che parte dal centro dell'essere.

La bellezza di queste opere sta nel fatto che non solo scuotono sensazioni attraverso la vista, ma anche attraverso il tatto, la superficie liscia della tela che incontra la durezza della pittura e degli oggetti.

I gesti spesso irrazionali, folli e frenetici creati sulla tela da Conte ci riconducono alla sua fervida immaginazione e alla sua personalità senza la quale queste opere non sarebbero così significative.

Dott.ssa JESSICA SETTI

Conte

Contatti

Social

Copyright 2020 © Luigi Colombi "Conte"